Prima pubblicazione : Mercoledì, Gennaio 10, 2018

Salva articolo come PDF Developer Corner e RSciTE, quello che verrà…


Prima di tutto… Buon 2018 a tutti!

Oggi parliamo di futuro.

Tempo fa ho ricevuto un messaggio da un gentile utente di RSciTE:

Ciao, è da un po’ che non aggiorni RSciTE, magari potresti comunicare sul sito tramite un articolo od un post se lo sviluppo è stato interrotto o se riprenderà?

Partendo da questa richiesta voglio parlare del futuro sia del gestore di testi RSciTE, sia del mio sito web. Voglio raccontare cosa sto facendo e cosa mi piacerebbe fare.

Anche se all’apparenza sia il sito web sia RSciTE sono progetti fermi, in realtà non lo sono affatto.

Iniziamo con RSciTE

RSciTE è l’editor di testi, o forse sarebbe meglio dire gestore di testi, che utilizzo tutti i giorni.

Il suo sviluppo non è stato interrotto, ma viene solo portato avanti senza rilasci ufficiali.

Perchè?

Fino ad oggi ogni versione di RSciTE coincideva, piu o meno, con il rilascio di una nuova release dell’editor di testo SciTE, editor che è la base fondante della distribuzione RSciTE.

Il 16 Agosto 2017 è stata pubblicata la V.4 di SciTE. Questa release porta con se un numero elevato di modifiche e di profondi cambiamenti interni. Proprio a causa di questa mole di modifiche è stata considerata una versione instabile.

Personalmente ho sempre evitato l’utilizzo di versioni instabili. Ho quindi deciso di interrompere l’emissione di versioni di RSciTE finchè non arriverà una versione più sicura e stabile o almeno finché non la riterrò tale.

Naturalmente, lo sviluppo non è fermo, infatti sto adattando, una alla volta, tutte le funzioni di RSciTE alla nuova release 4 di SciTE che, voglio ricordarlo, porta con se una nuova, e potente, versione del linguaggio Lua, utilizzato per molte delle funzionalità proprie di RSciTE.

Nonostante SciTE 4, ad oggi, non sia ancora completamente stabile, non è da escludere che emetterò presto una release beta di RSciTE.

Andiamo oltre…

Apparentemente, oltre a RSciTE, altri progetti hanno avuto una battuta d’arresto.

Il mio sito web e i progetti che contiene sembrano fermi.

Anche in questo caso è l’apparenza che inganna! Nonostante l’apparente staticità, tutto è in evoluzione.

Evoluzione che, purtroppo, si scontra spesso con le mie limitate risorse (soprattutto per quel che riguarda il tempo, che è sempre troppo poco).

Evolvere, una necessità

E’ inevitabile. I siti web sono un pochino come un “esseri viventi”, devono sempre cambiare, modificarsi, crescere, rinnovarsi, quasi evolversi.

Ed è proprio in questa ottica che sta nascendo il R Developer Corner. Un nuovo “luogo” virutale nel quale pubblicherò i miei futuri articoli e i miei software.

Cosa porterò dal passato?

Il vecchio blog verrà, prima o poi, chiuso e dismesso. Ma ciò che contiene non verrà perso. Tutti gli articoli piu letti, quelli più interessanti, più utili, insomma tutto ciò che c’è di valido del vecchio transiterà nel nuovo angolo.

Mi piacerebbe, durante questa transizione, aggiornare gli articoli più vecchi in modo da renderli piu attuali, magari facendo anche un restyling grafico.

In ogni caso, R Developer Corner, sarà un lungo, impegnativo e divertente processo creativo…

Cosa riserva il futuro?

Il nuovo R Developer Corner ospiterà i miei nuovi articoli e le mie nuove idee.

Ci sono un sacco di cose di cui mi piacerebbe parlare, sulle quali mi piacerebbe confrontarmi.

Qualche giorno fa ho fatto una lista, sintetica e probabilmente non esaustiva, degli argomenti che vorrei trattare in futuro. Eccola qui:

  • LibreOffice;
  • progeCAD, AutoCAD e CAD in genere;
  • Programmazione e sviluppo del software nella realtà delle PMI italiane.
  • Il linguaggio di programmazione C#, sia su Windows, sia su Linux.
  • Il linguaggio di programmazione Lua.
  • Il linguaggio di programmazione Lisp da usare con i CAD.
  • Il mio editor di testo preferito, SciTE e la mia distribuzione RSciTE.
  • Il formato file OpenDocument e i suoi utilizzi.
  • Tante altre cose

Insomma, di cose da raccontare e su cui discutere ce ne sono parecchie.

Il background tecnico

Parliamo ora della mia scelta riguardante il CMS utilizzato per lo sviluppo R Developer Corner.

Se per il vecchio blog avevo scelto FlatPress, per il nuovo R Developer Corner ho scelto Grav.

Nel panorama attuale dei CMS c’è solo l’imbarazzo delle scelta, esistono centinaia di CMS, per ogni gusto, si va dall’onnipresente Wordpress a CMS molto meno utilizzati come Concrete5.

I motivi della mia scelta sono molteplici e posso riassumerli cosi:

  • CMS basato su PHP.
  • CMS che utilizza solamente file, senza database. A molti l’idea di non usare un database pare una cosa discutibile ma a me piace tantissimo, la semplicità di gestione dei siti basati su CMS come Grav è, per me, impareggiabile.
  • Grav è costantemente aggiornato e potenziato.
  • Grav è dotato di tutto ciò che serve per realizzare quasi qualsiasi tipo di sito web.
  • È dotato di una interfaccia di gestione particolarmente semplice.
  • È software libero distribuito con licenza MIT.
  • Permette di scrivere gli articoli e le pagine usando il mini-linguaggio markdown.

Per quanto invece riguarda le tecniche di costruzione della parte grafica del sito web, mi sono affidato ad HTML5 e al metodo responsive per la costruzione delle pagine cosi da avere un sito web funzionante su qualsiasi tipo di schermo, dallo smartphone al mega-monitor.

Attendere prego, operazione in corso…

A questo punto non rimane che aspettare l’arrivo del nuovo RSciTE e del nuovo R Developer Corner.

Per chi volesse raccontarmi il proprio pensiero, le proprie considerazioni o per qualsiasi altra cosa, può scrivermi cliccando qui.

Prima pubblicazione : Martedì, Giugno 14, 2016

Salva articolo come PDF La scuola, la Sardegna, l’Italia e la tristezza

Non mi capita spesso di commentare fatti di cronaca, ma questa volta voglio fare un’eccezione.

Mi sono imbattuto nella dichiarazione di un sindaco sardo in merito alla scuola, ed in particolare riguardante i compiti delle vacanze.

Sardegna, l’ordinanza del sindaco:

No ai compiti delle vacanze. Ma leggete, ballate e fate sport

Dopo aver letto molti commenti alla notizia, ci ho pensato su e ho un’opinione chiara e precisa della situazione.

Buona lettura…
[Continua a leggere…]

Prima pubblicazione : Lunedì, Gennaio 4, 2016

Salva articolo come PDF 2016, nuovo anno, nuovo computer. PC o Mac?

Eccoci, ci siamo.

Anno 2016, tempo di nuovo computer.

Si, dopo un certo numero di anni, è necessario rinnovare o cambiare il proprio computer.

Certo, se ci si limita a navigare sul web il periodo di tempo è più ampio se invece, come nel mio caso, si ha un’attività più professionale e “pesante”, allora il numero di anni tra un pc e l’altro diventa più breve. Nel caso che andremo ad analizzare oggi, quello che viene sostituito è un sistema desktop del 2010.

In questo articolo farò un’analisi di come poter affrontare la scelta di un nuovo computer cercando di spiegarne le motivazioni. Tutto con l’intento di essere utile a chi, come me, si accinge a scegliere un nuovo sistema per migliorare la propria produttività.

In pratica un confronto tra sistemi che affronta ragioni tecniche, considerazioni personali ed economiche, arrivando ad analizzare PC e Mac nella loro massima espressione.

Iniziamo subito… e buona lettura.
[Continua a leggere…]

Prima pubblicazione : Lunedì, Dicembre 14, 2015

Salva articolo come PDF Andare sul web. Dalla teoria alla pratica.

Non dobbiamo nasconderci dietro un dito. Essere sul web è un’occasione da non lasciarsi sfuggire. Le possibilità che il web ci fornisce possono rivoluzionare la nostra attività, qualsiasi essa sia.

Il numero di persone raggiungibili mediante internet è infinitamente superiore a quello che si può fare in qualsiasi altro modo. E poco importa che la nostra attività sia solo nazionale o internazionale.

Bene. Quindi? Quindi non rimane che trovare il nostro posto online.

Tempo fa scrissi un articolo nel quale spiegavo quali strumenti, ma soprattutto quali competenze, servissero per poter sviluppare un nostro sito o una nostra applicazione web.

Oggi ho scritto un articolo su come mettere in pratica la teoria, spiegando come realizzare un primo sito web, nel modo più semplice e rapido possibile, ottenendo comunque un risultato professionale, bello da vedere e soprattutto utile alla nostra attività.

Buona lettura.
 
[Continua a leggere…]

Prima pubblicazione : Lunedì, Ottobre 12, 2015

Salva articolo come PDF Prime Sketcher e i numeri primi

Tutto parte per gioco, dai numeri primi.

Questo progetto potrebbe essere inutile, oppure potrebbe essere un sistema per esplorare un aspetto affascinante del mondo dei numeri. Ma potrebbe anche essere solamente un sistema per creare immagini simpatiche. Per me è un progetto curioso e rilassante.

Tutto nasce dopo la lettura di un articolo che spiega un semplice algoritmo di disegno basato sui numeri primi.

Da tale articolo è nato Prime Sketcher, un software che ha lo scopo di rappresentare graficamente, in varie forme, i numeri primi.

Con semplici numeri, utilizzando un comune software CAD unito a Prime Sketcher, sarà possibile disegnare simpatiche e curiose forme geometriche.
[Continua a leggere…]

Prima pubblicazione : Domenica, Settembre 13, 2015

Salva articolo come PDF Blog e social… su cosa puntare?

social_400.jpg

Recentemente ho letto un buon articolo dal titolo Le nuove frontiere del blogging. Si parla di Blog, della loro importanza, di come farli evolvere, dei social network e della relazione di questi ultimi con il mondo dei blog.

Ho letto il pezzo, e ho commentato :

Il blog è morto?

La risposta è si. Ma si a una sola condizione. Prendiamo questa frase “il blogging, inteso come fulcro e creatore di conversazioni e confronti, si sta già spostando sui social”.

Bene, se prendessimo questa frase e cambiassimo le parole “conversazioni e confronti” in “chiacchiere” allora in questo caso, e solo in questo, il blogging è morto.

Per tutto il resto, il blog è vivo e vegeto, almeno fino a quando non si troverà un contenitore migliore per raccogliere e concentrare ciò che si fa. Contenitore che sicuramente non può essere un social network che, per natura, tende a essere chiuso su se stesso.

Spostare un blog come il mio (http://www.redchar.net), o anche come quello che stiamo leggendo in questo momento, su un social significherebbe rendere irrilevante il lavoro fatto, in quanto le informazioni si mischierebbero, si diluirebbero e si perderebbero nel mare di chiacchiere.

E poco importa che il social sia Facebook o Linkedin.

Mi è stata data una interessante risposta :

Roberto la questione è che siamo tutti su Facebook e poco ci va di lasciarlo per leggere un articolo (sto generalizzando!). Gli ultimi studi dimostrano che i siti/blog vedono sempre meno accessi dalla homepage e sempre più mirati in base al contenuto condiviso sui social.
Nessuno parla di spostare il blog, ma di come reinventarlo nell’ottica dei contenuti, in base al nostro attuale modo di vivere Facebook & co.
In quale direzione stiamo andando da questo punto di vista, secondo te?

Vista la complessità dell’argomento, invece di replicare direttamente al mio interlocutore, ho deciso di esprimere la mia opinione qui.

[Continua a leggere…]

Prima pubblicazione : Giovedì, Agosto 13, 2015

Salva articolo come PDF Piccolo aggiornamento. Pubblicità e Internet.

exit.png Mi è capitato di imbattermi in un post che parla di pubblicità e internet.

Dopo questa lettura mi è venuta voglia di aggiornare il mio articolo Pubblicità e tracciamento visitatori. Diamoci un taglio!

In particolare, ho aggiunto alcune riflessioni sui dati scaricati dai dispositivi mobili e alcune indicazioni su come togliere la pubblicità dai più comuni browser usati sui PC, come Chromium, Chrome, Internet Explorer, Opera, Maxthon. Per Firefox, già in passato avevo descritto come fare questa semplice operazione.

Inoltre, già che c’ero, ho aggiunto alcuni interessanti riferimenti per attivare i filtri anti-pubblicità anche sui sistemi mobili come smartphone e tablet (con sistema operativo Android).

Buona lettura.

Pubblicità e tracciamento visitatori. Diamoci un taglio!

Infine, ecco il link del post di cui parlavo all’inizio :

http://punto-informa … chi-opportunita.aspx

Prima pubblicazione : Lunedì, Maggio 25, 2015

Salva articolo come PDF Lettera Aperta sulla Cittadinanza Digitale

free_475.jpg Questo testo era nascosto da qualche parte, e oggi e venuto fuori quasi di getto, senza una specifica ragione, perché la mia pazienza nei confronti di tutti coloro a cui è rivolta la lettera è finita, ed è arrivato il momento di parlare chiaro.

Scrivo a te, Matteo Renzi, perché sei a capo di un governo che dovrebbe dare indicazioni di indirizzo tali da creare i cittadini digitali di oggi e – soprattutto – di domani, ma nella realtà non fai altro che perpetuare le posizioni “novecentesche” di chi ti ha preceduto, perché non hai la competenza per capire che siamo entrati nell’era digitale del terzo millennio, e non sei in grado di individuare qualcuno capace di aiutarti in questo percorso.

Scrivo a te, Agenzia per l’Italia Digitale, perché non solo non aiuti il governo a redarre le indicazioni di indirizzo in modo corretto, ma quando lo fai – come nel caso dell’Articolo 68 del Codice dell’Amministrazione Digitale – sei la prima a non rispettare le regole contenute nei documenti che hai contribuito a redigere, e a utilizzare formati non standard come quelli di Microsoft Office, invece di dare il buon esempio e usare Open Document Format (il formato standard e aperto).

Scrivo a te, Microsoft, perché continui a fare innovazione assumendo avvocati e lobbisti, per difendere le posizioni “novecentesche” che ti hanno permesso – con la complicità dei politici – di creare un impero che condiziona non solo le scelte economiche, perché questo sarebbe il meno, ma le scelte culturali dei cittadini, per tenerli ancorati al passato invece che proiettarli verso il futuro, e proteggere solo i tuoi interessi economici.
[Continua a leggere…]

Prima pubblicazione : Martedì, Ottobre 28, 2014

Salva articolo come PDF Il formato FODT, lo conosci?

Il formato FODT, qualcuno lo conosce?

Un giorno, quasi per caso, mentre salvavo un documento con il mio LibreOffice, mi accorsi di un formato che non conoscevo, il FODT.

Preso dalla curiosità cercai di capire cos’era e… rimasi meravigliato… come per magia, trovai la soluzione ad un fastidioso problema che mi affligge da tempo.

Nonostante FODT sia presenta da diverso tempo, con questo articolo voglio condividere con voi le mie considerazioni su questo formato e su come mi abbia aiutato.
[Continua a leggere…]

Prima pubblicazione : Mercoledì, Ottobre 15, 2014

Salva articolo come PDF Programmare è un’arte?

cat_grafica.png Oggi voglio cimentarmi un un’operazione particolarmente complessa.

In questo articolo cercherò di dimostrare che la programmazione può essere una forma di arte e il programmatore, in buona sostanza, non è altro che un artista… magari incompreso… ma sempre artista.

Cos’è l’arte?

Iniziamo definendo, con chiarezza, cosa si intende con il termine Arte, prendendo la definizione fornita da Wikipedia :

L’arte, nel suo significato più ampio, comprende ogni attività umana – svolta singolarmente o collettivamente che porta a forme creative di espressione estetica, poggiando su accorgimenti tecnici, abilità innate e norme comportamentali derivanti dallo studio e dall’esperienza. Nella sua accezione odierna, l’arte è strettamente connessa alla capacità di trasmettere emozioni e “messaggi” soggettivi. Tuttavia non esiste un unico linguaggio artistico e neppure un unico codice inequivocabile di interpretazione.

Nel suo significato più sublime, l’arte è l’espressione estetica dell’interiorità umana. Rispecchia le opinioni dell’artista nell’ambito sociale, morale, culturale, etico o religioso del suo periodo storico.
[Continua a leggere…]

Prima pubblicazione : Mercoledì, Maggio 28, 2014

Salva articolo come PDF La storia del mio sito personale…

document.png Oggi voglio parlare di storia, la storia del mio sito, quello che stai leggendo.

In una carrellata che va dal lontano 2003 fino ad oggi, ecco come si è evoluto il mio sito web personale, in forma e contenuti…
[Continua a leggere…]

Prima pubblicazione : Domenica, Ottobre 27, 2013

Salva articolo come PDF Nuova pagina dedicata a Roberto Rossi!

cat_info.png Da oggi è online la nuova pagina del mio profilo personale.

Chi vuole curiosare nella mia vita, scoprendo cosa faccio per vivere, e quali sino i miei attuali progetti personali, può farlo consultando l’apposita pagina web :

http://www.redchar.net/about/

Buona visione a tutti !